Salute dentale: l’importanza della prevenzione

Salute dentale

In tutto il mondo, l’80% delle persone sopra i 30 anni soffre di disturbi gengivali. Basta davvero poco per compromettere la propria salute dentale: anche solo 24 ore senza lavarsi i denti, possono seriamente metterla a rischio, causando effetti dannosi anche sul resto dell’organismo.

I disturbi dentali come carie, parodontite, gengivite ed alitosi, sono causate da una scarsa igiene orale e si possono evitare grazie ad alcune corrette abitudini, un’adeguata pulizia dentale e controlli periodici.


La prevenzione parte dalle buone abitudini

Ci sono una serie di piccoli accorgimenti, da mettere in atto nel nostro stile di vita, che permettono di prevenire eventuali problemi, a carico del cavo orale.

  • Corretta alimentazione: è la prima forma di prevenzione per la nostra salute dentale. Cibi e bevande molto zuccherate, favoriscono i batteri nel cavo orale, causando carie; inoltre, bevande come caffè e tè, possono macchiare i denti e favorirne l’ingiallimento.
  • Smettere di fumare: il fumo è un altro grande nemico della salute orale, in quanto aumenta la formazione di tartaro, favorendo così carie ed infiammazione gengivale. Per di più, favorisce malattie delle mucose e la comparsa di tumori del cavo orale.
  • Lavarsi i denti dopo ogni pasto: è importante mantenere una corretta pulizia dei denti, per evitare l’insorgenza di tartaro e carie.
  • Effettuare check up periodici
Prenota una pulizia dei denti

Come si effettua una corretta igiene orale?

La prima cosa importante da fare è quella di pulire sempre lo spazzolino, con un po’ d’acqua tiepida e collutorio, prima dell’utilizzo; questo serve per evitare di entrare in contatto con eventuali batteri, che si sono depositati sulle setole.
Lo spazzolino andrebbe cambiato, ogni due o tre mesi, o quando le setole risultano troppo rovinate. 

Spazzolare i denti accuratamente, per 2 o 3 minuti, con un movimento verticale, che parte dalle gengive, assicurandosi di spazzolare tutta la dentatura, sia nella parte anteriore, che posteriore. Insistere maggiormente sugli spazi tra un dente e l’altro, per evitare il deposito di residui di cibo. 

Dopodiché, risciacquare per almeno 30 secondi con acqua e, successivamente, con un buon collutorio.

Per finire, è consigliabile l’utilizzo del filo interdentale, fondamentale per pulire al meglio lo spazio tra i denti, rimuovendo i residui di cibo e prevenendo, così, la formazione delle carie.

Controllo periodico: perché è importante?

Sottoporsi a regolari visite di controllo dal dentista permette di curare i disturbi del cavo orale ed evita l’insorgenza di complicanze, che possono compromettere la salute di un individuo. 

Solitamente, ci si rivolge al dentista solo nel momento in cui vi è sanguinamento delle gengive o si avverte mal di denti. Sarebbe opportuno, però, sottoporsi regolarmente (almeno una o due volte all’anno) a visite odontoiatriche periodiche:

  • in età pediatrica, la visita periodica consente al dentista di verificare che i denti stiano crescendo correttamente e di valutare la presenza di eventuali problemi;
  • in età adulta la visita odontoiatrica è importante per identificare e curare, sin dalle prime fasi, eventuali disturbi o patologie a carico dei denti e delle gengive.

Inoltre, per la prevenzione dentale, è fondamentale sottoporsi a sedute d’igiene orale professionale, per la rimozione del tartaro che si forma nelle zone più difficili da raggiungere con la pulizia domiciliare. Effettuare una pulizia dei denti annuale, aiuta a prevenire problemi come carie, gengivite o infiammazioni più serie, che possono portare alla caduta dei denti. 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>