Quando le proteine sono vegetali: la soia verde, gialla e nera.

[fa icon="calendar"] 05/10/15 16.04

soiaLa soia è una tra le fonti di proteine vegetali più conosciute e consumate.
Sarà per le sue straordinarie proprietà importanti per il benessere del nostro corpo o sarà per i tanti prodotti che da essa derivano, ma la soia è davvero l’ingrediente giusto per chi vuole fare un pieno di proteine non animali o per chi vuole riscoprire il piacere di gustare prodotti diversi dal solito.

Sfatiamo quindi il mito che la soia è la buona solo per chi segue regimi alimentari vegetariani o vegani: anche i carnivori più convinti potranno trovare soddisfazione in questo prodotto.

 

Quanto fa bene la soia!

La soia si caratterizza per un elevato contenuto di proteine, di grassi polinsaturi e di carboidrati.
E’ inoltre ricca di Ferro, Potassio, Calcio, Fosforo e Vitamine del gruppo B.

Da non sottovalutare anche il fatto che è più digeribile rispetto agli altri legumi.
La soia è uno dei rari cibi proteici che contribuisce ad abbassare il colesterolo cattivo, mentre mantiene costante il livello di quello buono.

 

Così come tutti i suoi derivati, fornisce al nostro organismo energia in modo lento e progressivo, senza produrre il picco di insulina che scatena fame evoglia di zuccheri.

Soia Verde, Gialla e Nera 

Di origine orientale, la soia si presenta sotto forma di semi ovoidali o arrotondati di colore variabile secondo la varietà, dal giallo al marrone, dal rosso al nero.

Esistono due principali varietà: la soia gialla (più commercializzata) e la soia nera (che viene consumata soprattutto sul luogo di produzione).

Altri semi vengono “soia”, ma appartengono in realtà alla famiglia dei fagioli: la soia rossa, detta “azuki”, e la soia verde, detta “fagiolo mung”. Oltre ai semi, della soia si consumano anche  germogli.
In cucina il seme della soia, nella cucina italiana, è spesso consumato come il fagiolo.
Se si tratta di soia vera e propria, bisogna tenerla in ammollo anche per 36 ore e cuocerla almeno 3, perché ha una buccia molto tenace.

Può essere abbinata a qualsiasi cereale, ottenendo così un piatto completo per la presenza di proteine e carboidrati.
Le preparazioni migliori sono l’umido e i passati.
Con i germogli invece, si possono fare buonissime insalate abbinandoli ad altre verdure.

 Dietologo

Categoria: Nutrizione e Dieta

Le informazioni contenute in questo articolo non sostituiscono il parere di un medico, per questo ti consigliamo di affidarti sempre ad uno specialista.
Medicalbox Staff

Scritto da Medicalbox Staff

Medicalbox è il primo sito che ti parla di salute e ti fa risparmiare sulla prenotazione di visite mediche online.

call_center_3.png
Second_Opinion

Iscriviti al Nostro Blog