Come prepararsi in vista di un intervento chirurgico?

[fa icon="calendar"] 17/06/19, 16:59

Intervento-chirurgico-come-comportarsi+Ovviamente, dipende dal tipo di intervento; ma l'ansia a volte gioca brutti scherzi, subito alcuni consigli:

  • Tutta l’equipe medica deve darti fiducia. Se non è così: cambiala o richiedi un secondo parere!
  • Non indagare su internet riguardo il numero di decessi ogni milione di operati o complicanze varie: agitarsi per nulla proprio non ti sarà utile.
  • Fidati e segui le indicazioni che il reparto o il chirurgo/anestesista ti daranno prima del ricovero: la nonna o il cugino del tuo amico non ne sanno di più.
  • Radi o fai la ceretta nella zona da operare: sicuramente tu o la tua estetista farete un lavoro esteticamente più gradevole rispetto a quello che potrebbero fare gli infermieri.

Adesso, parliamo di cose serie.

 

Devo operarmi: come sconfiggere l’ansia?

L’ansia, termine generalmente utilizzato con accezione negativa, è un’emozione fondamentale che ci aiuta ad affrontare qualsiasi evento sia che questo sia gioioso o problematico. L’importante è non chiudersi in sé stessi e nelle proprie paure.

  • Ascoltare testimonianze di persone che hanno affrontato la stessa cosa può essere utile ma considera che:
    • ogni persona reagisce fisicamente in maniera diversa
    • ed anche emotivamente, esiste chi esagera in negativo e chi il negativo se lo dimentica.

  • La cosa migliore da fare è farti rassicurare dal tuo chirurgo e dall’anestesista: a loro potrai chiedere tutto anche chiarimenti sui dubbi e sui timori che ti sembrano più assurdi (tranquillo/a: qualcuno avrà già fatto le tue stesse domande).
    • Una delle domande frequenti dei super-ansiosi è “come farà a ricordarsi qual è la parte del tuo corpo da operare”: un infermiere vi farà sopra una enorme X mentre tu sarai sveglio/a e potrai controllare.
    • Ancora, il terrore di svegliarsi dall’anestesia mentre il chirurgo sta operando. L’anestesista deciderà se praticare un’anestesia locale, regionale o generale; in base al tipo di scelta, l’anestetico ti sarà somministrato o per via venosa o per inalazione.

Una volta addormentati, è molto raro che ci si possa svegliare durante l’intervento e, anche se così fosse, non si è mai abbastanza coscienti da potere avvertire dolore.

  • Chiedi se potresti avere necessità di trasfusioni. Se questo ti fa paura, sappi che, se il tuo intervento è programmato, potrai donare il tuo sangue almeno a 4 settimane di distanza.

  • Domanda anche come sarà il post-intervento.
  • Doloroso?
  • Se si, sono previste terapie contro il dolore?
  • Potrai muoverti da subito?

Se questo non fosse sufficiente, sappi che entrare “in crisi” può essere addirittura di disturbo per la buona riuscita dell’operazione: rivolgiti ad uno psicologo (anche in questo caso, sarai uno/a tra i tanti: non vergognarti).

 

Non vorrei che Il mio partner sapesse che…

Questo è il modo migliore per entrare nel panico davvero: il tuo partner viene a tutte le visite ma non sa che bevi troppo o che fumi venti sigarette al giorno. Quindi, non lo racconti…

Errore enorme che potrà crearti problemi seri: troverai pure tre minuti per fare queste confidenze all’anestesista o ad un infermiere che andrà a riportarle…

Potresti essere a rischio di trombosi (formazione di coaguli di sangue che possono arrivare sino ai polmoni divenendo mortali): devi sottoporti ad una terapia specifica dopo l’intervento.

Assumi aspirina ad ogni piccolo problema? Va comunicato: questi farmaci possono aumentare il rischio di sanguinamento eccessivo.

Il ginko biloba, l’echinacea, l’olio di pesce e tanti altri integratori vanno sospesi prima del ricovero: non dimenticare di segnalarli.

Nel dubbio: racconta tutto di te, ma proprio tutto. Non sei tu a potere giudicare se un’informazione sia importante o meno.

 

Come mi preparo per la convalescenza?

  • Limita il consumo di alcool e smetti di fumare già da prima del ricovero: ti rimetterai in forma più velocemente.
  • Programma al più presto eventuali terapie fisiatriche (o altre).
  • Prenota in una sanitaria stampelle, sedie a rotelle, alzawater, ecc…
  • I tuoi figli sopravvivranno anche con il tuo partner, i nonni, gli zii e gli amici: organizza loro le giornate ed acquista qualche gioco da fare nel lettone.
  • Pulisci bene casa, lava e stira tutto in modo da non avere questa preoccupazione al tuo ritorno.
  • Prima del ricovero, riempi la dispensa ed il frigo.
  • Scegli indumenti comodi che potrai mettere e togliere semplicemente e riponili a portata di mano.
  • Acquista riviste e libri da leggere in ospedale e chiedi se potrai disporre di TV e collegamento wi-fi.
  • La mattina prima di entrare, alzati molto presto e fatti una bella doccia: poi sarà un po' difficile.
  • Il Lavoro???? Dimenticalo! Tutti sono utili ma nessuno è indispensabile!

Categoria: Chirurgia, Intervento chirurgico

Le informazioni contenute in questo articolo non sostituiscono il parere di un medico, per questo ti consigliamo di affidarti sempre ad uno specialista.
Medicalbox Staff

Scritto da Medicalbox Staff

Medicalbox è il primo sito che ti parla di salute e ti fa risparmiare sulla prenotazione di visite mediche online.

call_center_3.png
Second_Opinion

Iscriviti al Nostro Blog