Cardiologo Roma: Miocardite? Una subdola patologia molto pericolosa.

[fa icon="calendar"] 17/10/15 12.38

cardiologo romaLa miocardite è un processo infiammatorio a carico del tessuto miocardico (il muscolo del cuore). Nella maggior parte dei casi tale evento è riconducibile ad un episodio infettivo, ma in alcuni casi può avvenire anche in seguito a fenomeni di ipersensibilità, radioterapia, agenti chimici o farmaci.

Cause:

In base alle cause, la miocardite può essere definita in tre modi:

Miocardite infettiva:

Cause: virus di morbillo, rosolia, varicella, parotite, rabbia e influenza, virus di Epstein-Barr, virus dell’immunodeficienza umana (HIV), coxsackievirus ed echovirus

infezione batterica da batteri come Mycobacterium tuberculosis, Staphylococcus aureus, enterococchi e Corynebacterium diphtheriae (anche causa di difterite)

infezioni fungine da Aspergillus e Candida

Miocardite tossica:

Cause: farmaci chemioterapici, cocaina

metalli pesanti, tra cui rame, ferro, piombo

sostanze tossiche, tra cui arsenico, monossido di carbonio o altri inalanti

agenti fisici, tra cui scosse elettriche o radiazioni

Cause della miocardite immuno-mediata:

reazioni allergiche alla penicillina o alla streptomicina, compreso il rigetto del cuore trapiantato

autoantigeni, compresi morbo di Chagas, sclerodermia e lupus eritematoso sistemico

 

Sintomi:

In alcuni casi la miocardite può essere asintomatica.
In altri casi invece i sintomi più comuni possono essere:

  • febbre
  • dolore toracico
  • aritmie cardiache (battito cardiaco eccessivamente veloce, lento o irregolare)
  • improvvisa perdita di coscienza (sincope)
  • segni di insufficienza cardiaca (mancanza di respiro, gonfiore delle gambe) fiato corto e difficoltà respiratori
  • In alcuni casi, una grave miocardite può portare alla morte improvvisa.

Diagnosi:

La diagnosi di miocardite è difficile e spesso viene effettuata andando per esclusione.
I possibili esami diagnostici da effettuare sono i seguenti:

Cura:

Quando i sintomi sono importanti si interviene con cure farmacologiche per trattare lo scompenso cardiaco ( beta-bloccanti, Ace-inibitori ) ed eventualmente farmaci antiaritmici. Superata la fase acuta se i sintomi continuano si aggiunge alla terapia di supporto una terapia antivirale specifica, come l'interferone beta. Nei pazienti con miocardite cronica, una terapia immunosoppressiva con steroidi e azatioprina migliora le condizioni cardiache. Per il citomegalovirus sembrano efficaci alte dosi di immunoglobuline umane.

Cardiologo Roma: a chi rivolgersi?

Poliambulatorio Diagnostica Nobiliore

Cardiologis

 

Categoria: Cardiologia

Le informazioni contenute in questo articolo non sostituiscono il parere di un medico, per questo ti consigliamo di affidarti sempre ad uno specialista.
Medicalbox Staff

Scritto da Medicalbox Staff

Medicalbox è il primo sito che ti parla di salute e ti fa risparmiare sulla prenotazione di visite mediche online.

call_center_3.png
Second_Opinion

Iscriviti al Nostro Blog