Allattamento a richiesta o ad orario? Ecco l’ABC dell’Allattamento

[fa icon="calendar"] 29/03/16 13.17

Mamma_Bimbo.pngE’ assodato da tempo e ne abbiamo già parlato: i neonati crescono meglio quando, se possibile, vengono allattati al seno, in quanto il latte materno, rispetto al latte artificiale, fornisce loro tutti gli elementi nutritivi, nelle giuste dosi, e gli anticorpi necessari allo sviluppo.

Che sia Allattamento a richiesta o Allattamento ad orario, è un momento importante per proseguire quel rapporto speciale che si crea tra mamma e bambino durante la gravidanza: ecco allora una serie di consigli per procedere all’allattamento nel modo migliore.

 

La Posizione della Mamma

La prima cosa a cui prestare attenzione è la posizione della mamma durante l’allattamento:

  • la mamma deve essere seduta, in posizione comoda, con la schiena dritta e ben sostenuta
  • i piedi devono essere appoggiati bene, per fungere da efficace supporto
  • ci si può, e si deve, ricorrere ai cuscini per migliorare la posizione e sostenere schiena, braccia e bambino

 

L’allattamento in posizione sdraiata è consigliato:

  • successivamente ad un parto cesareo
  • nei giorni immediatamente dopo il parto
  • durante le poppate notturne
  • in caso di stanchezza eccessiva della mamma

 

La Posizione del Neonato

A prescindere dalla posizione scelta dalla mamma, sdraiata o seduta, è importante che il bambino sia posizionato in modo corretto:

  • il volto del bambino deve essere di fronte al seno
  • utilizzare il naso del bambino come riferimento e verificare che sia di fronte al capezzolo
  • il bambino deve essere sufficientemente vicino al seno, senza doversi allungare

 

Come far sì che si attacchi correttamente?

Questo è un altro aspetto importante, poiché in caso contrario, l’allattamento potrebbe essere doloroso ed inutile.

Se il bimbo è attaccato bene, sarà possibile notare:

  • la bocca ben spalancata
  • il labbro inferiore rovesciato in fuori
  • il mento sfiora il seno
  • il ritmo della poppata alterna suzioni brevi a movimenti più lenti e profondi, inrvallati da pause

 

Questi sono alcuni primi consigli per poter svolgere al meglio, quando possibile, la primaria funzione materna: il latte materno, infatti, rimane l’alimento principale per il neonato che si ripercuote positivamente sia sulla salute del bambino, che viene così protetto da numerose infezioni e alimentato in modo completo, sia sulla salute della mamma.

Il Latte Materno è considerato l’alimento perfetto, grazie agli anticorpi che contiene che combattono otiti, enteriti, infezioni urinarie e respiratorie.

Medicalbox

Categoria: Attualità

Le informazioni contenute in questo articolo non sostituiscono il parere di un medico, per questo ti consigliamo di affidarti sempre ad uno specialista.
Medicalbox Staff

Scritto da Medicalbox Staff

Medicalbox è il primo sito che ti parla di salute e ti fa risparmiare sulla prenotazione di visite mediche online.

call_center_3.png
Second_Opinion

Iscriviti al Nostro Blog