Risonanza Magnetica Parma: Risonanza Magnetica Aperta

Risonanza Magnetica Aperta Parma

La Risonanza Magnetica Parma (RM) è un esame che utilizza onde elettromagnetiche, innocue per l’organismo, che elaborate da un computer forniscono un’immagine bidimensionale, su vari piani del corpo umano. Ci sono vari tipi di Risonanza Magnetica che possono coinvolgere il cranio, la colonna vertebrale e le articolazioni. Per i pazienti più ansiosi esiste la Risonanza Magnetica Aperta.

Risonanza Magnetica Aperta

La Risonanza Magnetica Aperta (RM Aperta), si contraddistingue dalla tradizionale per il macchinario utilizzato, che è, appunto, aperto. Questo permette a persone con difficoltà a sottoporti all’esame classico, a causa dello spazio ridotto (claustrofobici, obesi, con disturbi d’ansia, anziani, bambini, ecc.), di poter effettuare la Risonanza con tranquillità.

Per i pazienti che segnalano queste problematiche prima dell’esame, esiste un percorso di pre-trattamento ansiolitico.

Questo macchinario viene utilizzato anche ad alta intensità di campo, sia per specifici esami o distretti anatomici, che total body.

La durata della Risonanza varia in media dai 20 ai 75 minuti, in base alle parti del corpo prese in esame

Quando sorge la necessità di sottoporsi ad una RM?

Le Risonanze Magnetiche Aperte sono consigliate in caso di:

  • Sospette alterazioni della colonna vertebrale (riguardanti: la salute dei dischi intervertebrali, sciatalgia, ernia al disco)
  • Patologie dell’apparato muscolare
  • Patologie dell’apparato gastro-intestinale
  • Patologie del distretto uro-genitale
  • Patologie legate alle ghiandole mammarie
  • Patologie relative al sistema nervoso centrale e periferico
  • Patologie del sistema cardio-vascolare
  • Patologie dell’apparato respiratorio

Nel contesto medico-sportivo per valutare

  • La quantità totale di grasso corporeo
  • Lo spessore del pannicolo adiposo sottocutaneo
  • La distribuzione del tessuto adiposo regionale e totale
  • La quantità di tessuto adiposo viscerale o intraddominale

Effetti collaterali della risonanza magnetica

La Risonanza Magnetica è un esame diagnostico totalmente innocuo per il paziente, poiché durante l’indagine non vengono emesse radiazioni ionizzanti (come avviene invece per le TAC).
I pazienti che devono sottoporsi ad una RM, sia essa aperta o chiusa, SENZA mezzo di contrasto, non devono rispettare una particolare preparazione: non sarà quindi necessario rimanere a digiuno o evitare particolari cibi e bevande.

Chi non si può sottoporre all’esame?

Non possono sottoporsi a questo tipo d esame, i pazienti portatori di protesi metalliche valvolari o vascolari, di schegge metalliche mobili, di protesi metalliche fisse (ad esempio all’anca o al ginocchio), di chiodi e viti per frattura o di protesi dentarie per ortodonzia. La possibilità di esecuzione dell’esame è legata al distretto da studiare (necessariamente lontano dalla protesi, che disturbano l’immagine) ed ai materiali di cui è composta la protesi.

In caso di paziente donna, se portatrice di spirale è necessario rimuovere quest’ultima prima dell’esecuzione dell’esame, in quanto il forte campo magnetico a cui è sottoposta durante l’esame potrebbe determinarne lo spostamento e di conseguenza ridurne l’efficacia o determinare l’insorgenza di infiammazioni pelviche.

Prenota una risonanza magnetica aperta